Sanremo, le canzoni che sono passate alla storia: Vattene Amore

Come ogni anno durante il mese di Febbraio si svolge il Festival di Sanremo e quest’anno siamo arrivati alla 63° edizione. Nella serata di Giovedì, che era il 14 di Febbraio e quindi si festeggiava San Valentino, i due conduttori Fabio Fazio e Luciana Littizzetto ci hanno regalato un simpatico Duetto con la canzone Vattene Amore. Per curiosità siamo andati su Youtube per ascoltare la versione originale di quel brano, che M-Live pubblicò sotto forma di Base Musicale MIDI il giorno dopo la sua prima esecuzione. Quel brano in breve tempo diventò un grande successo e ricordiamo come molti musicisti chiedendo di poter acquistare la base musicale, non la chiamavano Vattene Amore ma Trottolino Amoroso.

 

 

Rivedendo il video della prima esecuzione a Sanremo da parte di Amedeo Minghi e Mietta colpiscono non solo le pettinature e gli abiti dei due artisti, ma anche le scenografie e le luci dello spettacolo, così come lo stile delle riprese televisive, che erano molto più lente e meno ritmate di come sono oggi. Mietta è fasciata in un abito corto e nero, mentre Minghi ha un dolcevita bianco sotto una giacca con spalle larghissime, anche lui in nero. Anche la Carlucci, che presentava il festival insieme a Jonny Dorelli, indossa un abito nero mentre l’orchestra è nascosta dietro una scenografia che ricorda una scogliera, o qualcosa del genere.

Ebbene, era il 1990 e sembra ieri, almeno per noi! Sono passati 23 anni ma questa canzone conserva ancora un suo fascino, se non altro per quel testo così leggero e volutamente non-sense. L’Italia si stava avvicinando ad un evento molto importante: i Mondiali di calcio, ma la delusione dei risultati della nazionale sarà cocente per tutti noi. M-Live aveva già iniziato una consistente produzione di Basi Musicali, anche se la consuetudine del Karaoke ancora non era propriamente popolare.