Sanremo, le canzoni che sono passate alla storia: Vattene Amore

Come ogni anno durante il mese di Febbraio si svolge il Festival di Sanremo e quest’anno siamo arrivati alla 63° edizione. Nella serata di Giovedì, che era il 14 di Febbraio e quindi si festeggiava San Valentino, i due conduttori Fabio Fazio e Luciana Littizzetto ci hanno regalato un simpatico Duetto con la canzone Vattene Amore. Per curiosità siamo andati su Youtube per ascoltare la versione originale di quel brano, che M-Live pubblicò sotto forma di Base Musicale MIDI il giorno dopo la sua prima esecuzione. Quel brano in breve tempo diventò un grande successo e ricordiamo come molti musicisti chiedendo di poter acquistare la base musicale, non la chiamavano Vattene Amore ma Trottolino Amoroso.

 

 

Rivedendo il video della prima esecuzione a Sanremo da parte di Amedeo Minghi e Mietta colpiscono non solo le pettinature e gli abiti dei due artisti, ma anche le scenografie e le luci dello spettacolo, così come lo stile delle riprese televisive, che erano molto più lente e meno ritmate di come sono oggi. Mietta è fasciata in un abito corto e nero, mentre Minghi ha un dolcevita bianco sotto una giacca con spalle larghissime, anche lui in nero. Anche la Carlucci, che presentava il festival insieme a Jonny Dorelli, indossa un abito nero mentre l’orchestra è nascosta dietro una scenografia che ricorda una scogliera, o qualcosa del genere.

Ebbene, era il 1990 e sembra ieri, almeno per noi! Sono passati 23 anni ma questa canzone conserva ancora un suo fascino, se non altro per quel testo così leggero e volutamente non-sense. L’Italia si stava avvicinando ad un evento molto importante: i Mondiali di calcio, ma la delusione dei risultati della nazionale sarà cocente per tutti noi. M-Live aveva già iniziato una consistente produzione di Basi Musicali, anche se la consuetudine del Karaoke ancora non era propriamente popolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *