CAPODANNO – una serata musicale, parte terza

Ed eccoci alla terza ed ultima parte della nostra guida al repertorio musicale, vediamo cosa succede dopo la Mezzanotte del 31 dicembre.

A mezzanotte, dopo gli auguri e brindisi e abbracci e baci, partono i classicissimi trenini, con il Discosamba, Il cacao meravigliao, Il copacabana, ecc.ecc. A seguire, si inizia a fare sul serio e bisogna tenere la pista con brani e ritmi molto coinvolgenti, balli di gruppo e latini. Passiamo agli anni 70 con le hit più famose, volendo una capatina agli anni 60, una carrellata di canzoni italiane molto allegre e così via. Dopodiché, quando la particolare euforia della serata si stempera un po’, si può continuare con la dance, cassa in 4 e del buon volume. In alcuni casi si ripete il momento “bagarre”, ma questo dipende da vari fattori, come il tasso alcolico J Ad ogni modo, l’animatore dovrà essere preparato anche a questo ed essersi predisposto una seconda playlist sui generis di quella già suonata.

 

Il momento finale è solitamente una battaglia fra gli ultimi ospiti battaglieri e (quasi sempre “su di giri”) e il proprietario del locale che vuole gentilmente disfarsene. A questo punto i bpm scemano drasticamente, così come gli sliders del master volume, e scatta la playlist ballad, lenti, canzoni epiche, ecc. che però i battaglieri di cui sopra, statene certi, balleranno ugualmente fino a che anche l’ultima luce verrà spenta.

Ecco una scelta di brani per questa parte finale della vostra festa di Capodanno. Le Basi Musicali sono disponibili su www.songservice.it:

Y.M.C.A. – Village People

Disco Inferno – Trammps

Lady Marmalade – Patti Labelle

I Will Survive – Gloria Gaynor

Hot Stuff – Donna Summer

Can’t Take My Eyes Off Of You – Gloria Gaynor

Don’t Let Me Be Misunderstood – Santa Esmeralda

Long Train Running – Doobie Brothers

Don’t Leave Me This Way – Thelma Houston

Never Can Say Goodbye – Gloria Gaynor

Medley “Pelle Nera – Anni 60”

Summer Nights – John Travolta & Olivia Newton John

You’re The One That I Want – John Travolta & Olivia Newton John

Per colpa di chi (Funky Gallo) – Zucchero

50 special – Lùnapop

Mi vendo – Renato Zero

Nord Sud Ovest Est + Hanno ucciso l’uomo ragno – 883

3 commenti

  • Gianluca Gallina

    Son d’accordo con quanto detto nell’articolo.Aggiungo, che bisogna sapere chi si ha di fronte, per poi decidere cosa cantare e, cosa no.L’obiettivo primario, rimane sempre il divertimento del pubblico.Non serve cantare a ruota tipo cd, ma interagire col pubblico.Io, mi muovo in questo modo.
    Gianluca.

  • Più che un commento vorrei chiedere se esiste una raccolta di basi musicali professionali per karaoke e come si può acquistare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *